Assicurazione del rischio di danno ambientale

 

fire-1030751_960_720Inquinare l’ambiente è un reato. E, in quanto tale, ha delle conseguenze anche penali. Ma oltre a ciò, e questo è ancora più importante, incide negativamente sull’ecosistema e, di conseguenza, sulla salute di noi tutti.

E’ dunque indispensabile tutelare l’ambiente e preservarlo rispettando appieno tutte le normative legate all’antinquinamento, allo smaltimento etc.

Talvolta però, nonostante vengano adottate tutte le misure necessarie per evitare incidenti, questi, e appunto sono così chiamati, accadono ugualmente. E’ dunque opportuno tutelarsi con un’apposita polizza che copra dalle eventuali conseguenze dei danni ambientali.

Che cos’è la polizza danno ambientale

La polizza per danni ambientali è una forma di assicurazione atta a coprire tutti quei danni legati ad un incidente (incendio , scoppio fuoriuscita di liquido inquinante etc). Si tratta di una vera e propria estensione delle garanzie legate alla polizza incendio e a quelle legate alla polizza responsabilità civile, una sorta di ponte che collega ed integra le due tipologie di assicurazione.

Anche se si possiede una polizza incendio quest’ultima infatti non copre eventuali contaminazione dei luoghi interessati. Cosa, invece, che fa una polizza dedicata come quella antinquinamento.

Eventi disastrosi possono inquinare anche in modo considerevole l’ambiente circostante, immaginiamo residui di detergenti, di plastica, di amianto

Chi decide di sottoscrivere una polizza per danno ambientale certamente avrà dei vantaggi  come quello di sopperire concretamente ad eventuali danni causati dall’inquinamento, fronteggiando quindi la responsabilità ambientale. Avere la consapevolezza di attivarsi e poter pagare laddove si è inquinato risponde a quanto introdotto dal principio di base nel nostro sistema giuridico: chi inquina paga. Inoltre la polizza  non si limita alla possibilità di attivarsi solo laddove si abbia provocato l’inquinamento ma anche di intervenire non appena si scopre un inquinamento anche se non si è direttamente responsabili. Questa è una netta differenza rispetto alla polizza RCG che invece opera solo dal momento in cui si sono appurate le responsabilità.

Inoltre con la  polizza inquinamento rientrano nella copertura anche i danni verificati nell’area dove generalmente l’evento ha origine, quindi vengono tutelati e coperti anche i beni che si trovano all’interno del luogo dove avviene il disastro.

La polizza inquinamento non è un semplice contratto come lo sono tutte le polizze assicurative, è un qualcosa di più: è uno strumento che consente risolvere tutti i problemi che sono conseguenti ad un disastro ambientale.

 I vantaggi della polizza danno ambientale

La polizza danno ambientale è una soluzione ottimale volta a tutelare il patrimonio aziendale e consentire all’azienda di poter usufruire della consulenza di un partner assicurativo esperto in tutte le fasi del sinistro, dal punto di vista tecnico e nel rapporto con le Pubbliche Amministrazioni.

Bisogna considerare che l’azienda che inquina legalmente deve sostenere tutte le spese di bonifica e ripristino ambientale: ecco perché è fondamentale che ogni azienda sia consapevole dei propri rischi

A chi si rivolge la polizza danno ambientale

Questo genere di polizza si rivolge ad una vastissima gamma di aziende, incluse quelle che non svolgono attività produttive considerate “inquinanti”,  perché anche aziende apparentemente “innocue” possono potenzialmente essere una sorgente di danno per l’ambiente e la popolazione circostante.

Generalmente le imprese si tutelano dai rischi derivanti da danni ambientali estendendo la propria Polizza di Responsabilità Civile Generale  con la copertura verso “l’inquinamento accidentale”.  Ma le coperture sono ben diverse rispetto alla polizza danno ambientale.

La Polizza di Responsabilità Ambientale nasce tenendo ben presenti  le novità normative, italiane e comunitarie, con un linguaggio di facile comprensione anche per i non addetti ai lavori.

Le polizze di responsabilità per danno ambientale sono pensate per garantire indistintamente tutte le tipologie di inquinamento – accidentale e graduale – e le nuove fattispecie di danno introdotte dalla crescente complessità indotta da obblighi di legge in materia di risanamento ambientale.

Tra i principali destinatari di questa tipologia di polizza troviamo:

Manifatturiero. Dall’industria pesante, alla petrolchimica, al settore alimentare e delle bevande.

Deposito e movimentazione di merci.

Raccolta, trasporto e smaltimento rifiuti.

Distribuzione gas, acqua, elettricità (multiutilitiy)

Costruzione opere civili e recupero aree dismesse

Magazzini e rivenditori al dettaglio.

Trasporto e logistica.

Operatori immobiliari, proprietari e/o,locatari

Società di servizi professionali in campo ambientale

Gruppi multinazionali

La palese diversità di queste aziende fa ben comprendere l’ampiezza dell’offerta di questa forma assicurativa.

Le aziende che intendono sottoscrivere  questo tipo di assicurazione devono in primis comprendere quella che è  la consapevolezza di quale sia l’entità dei rischi a cui sono potenzialmente esposte e della protezione che a riguardo è in grado di offrire l’assicurazione.

Potrebbero interessarti anche questi altri articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.