Assicurazione Neopatentati

Assicurazione neopatentato: a chi è rivolta.

 Uno degli argomenti più approfonditi in tema di RC Auto è l’assicurazione neopatentati: è statisticamente provato, infatti, che chi ha preso la patente da poco, purtroppo è più incline ad avere più incidenti di chi, da anni, è al volante e ha quindi maturato una certa esperienza con l’auto, la strada, il modo di guidare.

Ecco perché le polizze auto hanno tariffe più elevate per i neopatentati rispetto a chi guida da molto più tempo, ed ecco perché è importante fare chiarezza sulla materia e sulle varie opzioni e possibilità.

Innanzi tutto chiariamo il concetto di neopatentato: spesso si considera tale solo il ragazzo che, appena compiuti i 18 anni, consegue la patente di guida. In realtà, invece, la definizione non è legata all’età anagrafica, ma per neopatentato si intende chiunque sia in possesso della patente da meno di tre anni. In sostanza, quindi, anche un adulto fresco di documento può ritrovarsi a dover sottoscrivere un’assicurazione con un costo Rc Auto particolarmente elevato.

NeoPatentato alla Guida

Vi sono comunque alcune compagnie assicurative che applicano diversi costi non in base al periodo di conseguimento della patente, ma proprio in rapporto all’età del guidatore che intende sottoscrivere un’assicurazione per la propria auto, in quanto le tariffe vengono determinate sulle statistiche dei sinistri che, purtroppo, vedono spesso i giovani come principali attori. La fascia di età compresa tra i 18 e i 27/28 anni viene infatti considerata più a rischio delle altre, quindi potenzialmente più costosa per le assicurazioni.

Assicurazione auto neopatentati: come calcolarne costi

Inevitabilmente, l’RcA del neopatentato, in un nucleo familiare, può essere fonte di preoccupazione a causa dei costi purtroppo molto elevati, in quanto le compagnie, ovviamente, effettuano il calcolo del premio sulle probabilità (anzi, sul rischio) del verificarsi di un sinistro e, poiché su chi ha preso da poco la patente grava la prerogativa dell’inesperienza di guida, i costi delle polizze annuali lievitano parecchio. Al fine di offrire una panoramica completa ed esaustiva della miriade di proposte offerte dalla varie compagnie di assicurazioni, per scoprire come risparmiare sull’assicurazione auto neopatentati è utile confrontare i prezzi dai preventivi online, utilizzando i motori di ricerca dei vari portali specializzati, al fine di rintracciare in poco tempo offerte e promozioni “low cost” dedicate proprio ai nuovi guidatori.

Da non sottovalutare, comunque, che in ogni caso c’è possibilità di risparmiare sui costi, sia “ereditando” la classe di merito di un genitore (stiamo parlando ovviamente di neopatentati giovani), sia per le opportunità che si affacciano sul mercato di trovare proposte dedicate.
In linea di massima, Il premio annuale può variare da 1.200 a 3.100 € l’anno, considerando che questi prezzi sono determinati, peraltro, anche da un’altra variabile, vale a dire la provincia di residenza. Il rischio di sinistri, infatti, viene considerato diverso da un territorio ad un altro, ad es. Verona è una città con i premi più bassi d’Italia, mentre Napoli è il fanalino di coda con i costi più alti.
Trovare il giusto prezzo non è facile, ecco perché consigliamo attenzione e una corretta lettura dei preventivi, ormai quasi sempre online, al fine di valutarli con calma, confrontandoli fra loro e cogliere così l’opportunità maggiormente conveniente.

Per fare alcuni esempi, possiamo segnalarvi di richiedere preventivi tramite questi offerte in basso:

Assicurazione neopatentati obbligatoria

 Appurato che ogni compagnia assicurativa ha le proprie proposte, nello specifico qualcuna offre pacchetti mirati per chi inizia a guidare. Di particolare rilevanza, per i neopatentati che vogliono assicurare un’auto di proprietà, in caso di incidente, sono da tenere conto la tutela legale, la copertura di infortuni al conducente e l’assistenza stradale e, al fine di garantire una polizza completa, suggeriamo anche l’assicurazione Kasco.

Pur avendo un costo maggiore rispetto alle altre sul mercato, è indubbiamente la scelta migliore per garantirsi il risarcimento per ogni sinistro e per ogni danno, subito o causato.
Come polizza obbligatoria vige l’assicurazione RC auto, ma se la colpa del sinistro è imputabile all’assicurato tale copertura non è sufficiente: in questo caso, la Kasco risarcisce i danni causati dal guidatore. Garantisce pertanto una maggiore tranquillità, ma, considerando che non è obbligatoria, ha un costo piuttosto elevato, e conviene quindi valutare di acquistarla anche in base al valore dell’auto, che determina il massimale. E’ utile sapere che sono previste delle franchigie.

Assicurazione neopatentati e Legge Bersani

 Grazie al decreto che ha preso il nome del suo ideatore, la Legge Bersani, in vigore dal 2007, consente al conducente (di auto o di moto) neopatentato di usufruire della stessa classe di merito di un familiare convivente, a patto che vengano rispettate alcune condizioni.

In linea di massima, si tratta di una categoria in prima classe, con conseguente convenienza del premio, decisamente inferiore considerando che, in caso contrario, la classe di partenza sarebbe almeno la quattordicesima. In quest’ultimo caso, il costo del premio per chi parte dalla 14a classe varia tra gli 800 e i 1.500 €.

Una delle condizioni per l’applicazione della Legge è che i due veicoli siano della stessa categoria e che la polizza sia stipulata per un’auto appena acquistata o, in ogni caso, mai appartenuta ad un altro membro del nucleo familiare. Il premio assicurativo per il neopatentato, comunque sarà in ogni caso più alto di quello del familiare con la stessa classe di merito, in quanto non possiede lo storico alla guida. Chi usufruisce di tale agevolazione, deve sapere che, per il primo anno di guida, non potrà comunque possedere e guidare autovetture con un limite di potenza oltre i 70kW.

La normativa della Legge 2007 è applicabile alle assicurazioni per le auto ma, appunto, anche a quelle per le moto, e l’obiettivo, come abbiamo visto, è quello di evitare che ai neopatentati venga applicata automaticamente la 14° classe di merito, la più costosa, attribuita di default a chi si assicura per la prima volta. Riassumendone caratteristiche e requisiti, possiamo così schematizzare i presupposti per l’applicazione della normativa:

  • la classe di merito più favorevole può essere ereditata solo se appartenente ad un familiare inserito nello stesso stato di famiglia: questo vincolo garantisce quindi che la legge possa essere applicata anche ai nuclei composti soltanto da due persone, pur se non consanguinee;
  • si applica solo in caso di acquisto di una vettura nuova, o di una nuova moto (anche usata) che viene assicurata per la prima volta;
  • è applicabile solo alle persone fisiche e non alle imprese;
  • non può essere fruita da chi aderisce alle formule assicurative a libro matricola “Rc auto gratuita per un anno” all’acquisto di una nuova vettura. 

Assicurazione moto neopatentati

Finora abbiamo parlato di neopatentati automobilisti, sfiorando soltanto l’argomento “moto” nel momento in cui abbiamo illustrato il Decreto Bersani, valido per entrambe le categorie.

Lo stesso discorso in generale, comunque, vale per anche per i centauri, per quelle persone, cioè, che preferiscono la moto, o che comunque la alternano all’auto per la guida: il numero dei motociclisti è in continuo aumento e, forse anche per questo, diverse società assicurative hanno messo a punto dei pacchetti e delle offerte mirati per questi neopatentati, tendenti a far risparmiare chi si è messo sulla strada con il suo veicolo da poco tempo.

Una di queste è la polizza assicurativa RC di Allianz,

http://www.allianz.it/assicurazioni-motori/assicurazione-moto/motocicli-ciclomotori

ideata sulle necessità del cliente, esperto e neopatentato: chi ha più anni di guida sulle spalle può beneficiare di uno sconto nel caso in cui la moto venga guidata solo da lui stesso e da altre persone di età non inferiore ai 26 anni compiuti. Ma si pensa anche a chi è alle prime armi, poiché con Opzione sospensione viene permesso di interrompere la copertura assicurativa per un periodo stabilito dal cliente durante l’anno.

Anche ConTe.it, una delle più note assicurazioni per auto e per moto (gruppo Admiral), propone soluzioni specifiche per chi guida da poco e vive in una famiglia dove già altri componenti sono assicurati. Con Family & Friends,

http://www.conte.it/polizze-assicurative/friends-family/

è possibile assicurare un secondo veicolo (tra cui una moto) risparmiando fino al 25% sia sul premio Rc, ma anche sulle garanzie Furto & Incendio, Kasko e Mini Kasko. Inoltre, con l’opzione “Guidatori con età maggiore di…”, è possibile personalizzare l’età del centauro più giovane che si mette alla guida della moto, indicando se ha un’età compresa tra i 19 e i 30 anni.

Non è da meno Zurich Connect, che propone polizze dense di garanzie personalizzabili: anche in questo caso esiste l’opzione ad utilizzo stagionale, ma non solo. Una delle scelte più frequenti pensate per il giovane mondo delle due ruote, è la Kasko collisione,

https://www.zurich-connect.it/Glossario/Kasko-Collisione

che risarcisce i danni alla moto del neopatentato fino a 2.000 €, anche quando la colpa è del motociclista assicurato, spesso integrata dalla Kasko abbigliamento

https://www.zurich-connect.it/Glossario/Kasko-Abbigliamento

che assicura l’abbigliamento (casco compreso) del conducente in caso di sinistro con un altro veicolo identificato, sino ad un importo di 1.000 € per sinistro e per anno assicurativo

Un’altra proposta interessante viene offerta da Direct Line, utilizzabile da tutti ma che diventa particolarmente conveniente per i neopatentati: per scongiurare il pagamento in un’unica soluzione del premio (di regola piuttosto elevato) di chi ha conseguito da meno di tre anni la patente, e che si trova pertanto in una classe di assegnazione non conveniente, c’è la polizza moto 10×0%, che permette di assicurare la propria moto pagando il premio in 10 rate a tasso 0!

Infine, analizziamo anche Axa, con offerte riservate a chi guida la moto e che ancora non ha molta esperienza sulla strada: Protezione InMoto consente di risparmiare sul premio assicurativo se l’utilizzo della moto è limitato alla bella stagione.

http://preventivatore.axa-italia.it/ApplicazioneDiPreventivazione/html/schedaInMoto.html

Particolarmente interessante la dotazione di garanzie aggiuntive e abbinabili: tra queste, furto, incendio, collisione, infortuni al guidatore e tutela legale ed in più assistenza 24 ore su 24 in caso di guasto, di furto o di incidente, sia in Italia che all’estero, con la possibilità di avere il risarcimento del danno entro soli 21 giorni dalla presentazione della denuncia.

Una delle ultime novità, in tema di polizze moto e scooter, consiste nell’assicurazione satellitare con installazione di scatola nera: questa formula consente ad un neopatentato di risparmiare fino al 35% sul premio assicurativo e, unitamente ai benefici della Legge Bersani, diventa un’interessante soluzione di risparmio.

Assicurazione conveniente per neopatentati: come risparmiare per l’assicurazione dei neopatentati   

Le polizze dedicate ai neopatentati che si distinguono per il comportamento prudente alla guida sono, come abbiamo detto, un’opzione studiata da diverse compagnie assicurative e sovente possono prevedere anche la sospensione della copertura per alcuni periodi di tempo, quando la guida è saltuaria. Il premio annuale viene calcolato principalmente sul rischio del verificarsi di un sinistro, ma anche in base alla residenza e all’età di chi richiede la copertura. La soglia entro la quale si possa trovare un’assicurazione conveniente per un neopatentato è intorno ai 26/28 anni, perché vengono valutate come soggetti maggiormente a rischio (per ovvie ragioni) le persone di età inferiore, o anche quelle superiore ai 50.

Per risparmiare sulla polizza assicurativa, in caso si voglia far utilizzare l’auto o la moto al proprio figlio, rimanendo comunque intestatario del veicolo e della polizza, si consiglia di nominare quest’ultimo come secondo guidatore, al fine di evitare guai al verificarsi di un incidente. In alternativa, è possibile risparmiare sulla polizza richiedendo l’applicazione dei benefici previsti dalla già citata Legge Bersani. In generale, la fascia d’età fra i 18 e i 26 anni è ritenuta quella a maggior rischio, e di conseguenza è anche il range in cui sottoscrivere una polizza comporta una spesa più alta: alcune compagnie, però, lo estendono fino ai 28 anni, e quindi sarà buona norma, al momento della valutazione, scegliere un’assicurazione che non estenda ancora oltre il limite dell’età considerata a rischio.

Inoltre, si dovrà tener presente che qualche società assicurativa prevede soluzioni esclusivamente dedicate ai neo guidatori, mentre altre non fanno distinzione: sarà questo un altro criterio da tenere in considerazione per effettuare una scelta conveniente. Per la stipula di una polizza ad un neopatentato, intervengono 3 fattori di penalizzazione che alzano inevitabilmente il premio assicurativo da pagare. In sostanza, ci riferiamo a:

  • Classe Universale (CU): ai neopatentati, salvo diverse disposizioni, spetta la classe di merito di partenza CU 14, calcolata su una scala che va da 1 a 18 (si riferisce alla crescente potenziale pericolosità alla guida). Tale classificazione è comune a tutte le compagnie, sia per la RC auto che per la moto, ed è importante perché determina il premio assicurativo.
  • Giovane età: i giovani con meno di 25 anni provocano statisticamente più incidenti rispetto agli altri e per questo viene loro applicato un sovrapprezzo sul costo finale della RC auto.
  • Patente conseguita da poco: come per la giovane età, anche la freschezza del conseguimento patente di guida rappresenta un fattore di rischio aggiuntivo che grava sul premio finale della RC auto

Intestare l’auto a un familiare, quando il neopatentato non può usufruire della Legge Bersani, è una possibile soluzione per risparmiare sulla polizza ed ovviamente è consigliabile scegliere il familiare con la Classe Universale più bassa, al quale sarà chiesto di sottoscrivere la polizza aggiungendo, come opzione, la formula di “guida libera” che estende la copertura RC auto ad altri guidatori.

Migliore assicurazione auto per neopatentati    

Confrontare preventivi online delle principali compagnie assicurative è facile e sicuro ed è, indubbiamente, il miglior modo per potersi districare nella giungla delle tariffe e dei primi annuali.  Compilando i moduli di ricerca con i dati anagrafici e quelli del veicolo, sarà possibile ottenere in pochi minuti una panoramica delle migliori polizze del web. Oggi il risparmio è a portata di click!

Abbiamo già fornito qualche indicazione di massa sulle offerte di alcune fra le maggiori compagnie assicurative per quanto riguarda le polizze per i motociclisti, ma molto spesso queste offerte coincidono e, pertanto, si suggerisce di riguardare quei riferimenti anche per i giovani neopatentati guidatori di auto. Inoltre, segnaliamo che parecchie società offrono un’assicurazione auto non espressamente dedicata ai nuovi conduttori, ma per tutti coloro che per la prima volta assicurano la propria vettura: in questi casi, la tipologia di assicurazione è la stessa che avrebbe un soggetto con patente da differenti anni, ma con costi del premio in base all’età anagrafica

Allianz: “Patto per i Giovani”

La polizza RC Auto dedicata a chi ha meno di 27 anni: nata dalla collaborazione tra Ania, Polizia Stradale e alcune tra le maggiori Associazioni dei Consumatori, Patto per i giovani offre una consistente riduzione del premio RC Auto ai giovani che si impegnano a rispettare alcune regole fondamentali, sostanzialmente quelle che salvano la vita quando si è alla guida, nella salvaguardia delle regole della circolazione stradale.

Con te.it “Family & Friends”

La polizza che assicura il secondo veicolo in famiglia (abbinabili anche auto e moto), facendo risparmiare fino al 25% sul premio Rc Auto e Moto e sulle garanzie Incendio e Furto, Kasko e Mini Kasko. Family & Friends è l’offerta che consente di mantenere la tranquillità dell’assicurazione che già l’utente conosce e di risparmiare per ogni nuova polizza ad essa collegata.

Per avere un’idea di quanto possano costare le polizze auto per neopatentati, abbiamo effettuato una simulazione con un raffronto ipotizzando il seguente profilo di guidatore: 20 anni, patente del 2014, circa 6.000 km percorsi in un anno, residente a Milano, con vettura Fiat 500, senza box per il ricovero notturno): tra le altre, registriamo le offerte di Quixa con un premio annuale di circa 1.675€ e di Direct Line  con un premio annuale di circa 2.170€

Limiti del neopatentato per assicurazione: quali sono.

La legge, dal 2011, prevede delle limitazioni più restrittive e severe relative alle seguenti regole (art. 117 del Codice della Strada): tasso alcolemico, velocità massima raggiungibile su strada e rapporto tra peso e potenza degli automezzi per la guida. Nella fattispecie, è fatto assoluto divieto al neopatentato di guidare dopo aver bevuto alcolici (il tasso alcolemico deve essere pari a 0,0 g/l). Gli altri limiti riguardano l’impossibilità di superare i 100 km/h in autostrada e i 90 km/h sulle strade statali e, infine, il divieto di guidare veicoli con rapporto tra peso e potenza maggiore di 55 kW/tonnellate. Questi sono senza dubbio limiti restrittivi ma importanti, mirati alla salvaguardia e alla tutela di chi, ancora poco esperto, si mette alla guida senza molta pratica alle spalle, al fine di limitare rischi per se stesso e per gli altri.

Potrebbero interessarti anche questi altri articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.