Come risparmiare sulla rca

Destinazione-ItaliaSi chiama Destinazione Italia, ed è un decreto zeppo di proposte ed obbiettivi, tra i tanti, c’è quello attesissimo relativo alla rca.
Tra le novità del 2014 spicca il risparmio assicurativo con la conseguente diminuzione del premio. E’ tutto sancito nell’articolo 8 che parla, appunto, di disposizione in materia di rc auto.

Cosa fare per risparmiare?

-installare la scatola nera

-accettare eventuali ispezioni del veicolo da parte della compagnia di assicurazione prima della sottoscrizione della polizza.

-avvalersi delle prestazioni medico sanitarie dei professionisti convenzionati con le compagnie di assicurazione

Sempre se la  compagnia assicuratrice vi aderisce.

In termini di denaro se si accetta, ad esempio, di installare la scatola nera la riduzione del premio non potrà essere inferiore al 7% dell’importo risultante dalla somma dei premi rca incassati nella regione dalla medesima compagnia nell’anno precedente divisa per il numero degli assicurati nella stessa regione (una sorta di media dei premi della regione per intenderci).

Altra importante novità riguarda la chiarezza nella denuncia dei sinistri stradali.

In sostanza questa norma ammette testimonianze solo in sede di denuncia del sinistro e contenute nei verbali di polizia (se intervenuta). Qualora lo stesso testimone sia stato chiamato in causa in tre sinistri negli ultimi cinque anni ci sarà un accertamento da parte della Procura della Repubblica.

L’assicurato potrà accettare il risarcimento in denaro o, in alternativa, potrà avvalersi delle officine convenzionate. In questo caso lo sconto sulla sua polizza non potrà essere inferiore al 5% della media dei premi della sua regione.

In totale gli sconti potrebbero arrivare al 23%, un bel risparmio dunque ma ovviamente non tutti sono contenti. Di certo le maggiori soddisfazioni saranno per le assicurazioni, i più insoddisfatti saranno i carrozzieri che, se non faranno parte della rete dei “convenzionati” vedranno di gran lunga diminuire il giro di affari. E i consumatori? E’ presto per dirlo, vediamo quali saranno gli effettivi sconti applicati (perchè le percentuali citate si applicheranno comunque sugli aumenti previsti per il 2014) vediamo se le dinamiche degli incidenti saranno davvero più chiare e più limpide e quali saranno i tempi di risarcimento. E poi a fine anno daremo il nostro voto.

Foto CC BY intermediachannel

Potrebbero interessarti anche questi altri articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.