Polizza contro truffe agli anziani

elder-1425733_960_720

Troppo spesso in tv si sentono notizie relative ai raggiri che avvengono in particolare nei confronti delle persone anziane.

L’aumento dell’età media della popolazione italiana, l’aumento della criminalità sono i due fattori  principali ai quali va attribuito l’aumento vertiginoso di queste vergognose truffe chiamate, appunto, truffe agli anziani.

In tv vengono date indicazioni per evitare di essere truffati, spesso figli e nipoti fanno raccomandazioni su raccomandazioni e gli anziani sanno bene il fatto loro,  ma talvolta i fautori sono talmente organizzati che riescono comunque a raggirare l’anziano, provocando un danno che non si limita alla perdita di valore economico (spesso portano via quello che serve per la sopravvivenza) ma che si estende anche al lato emotivo.

E così l’anziano truffato si sente frustato, entra in uno stato di insicurezza, di angoscia, di sfiducia, spesso inoltre si attribuisce la colpa dell’accaduto “se fossi stato più attento” è infatti una frase che si sente ripetere spesso in questi casi.

Per rendere l’idea della portata del fenomeno ecco alcuni numeri: ogni anno ammontano a seicentomila gli anziani vittime di truffe e raggiri. Più del quaranta per cento delle truffe riguardano gli ultrasessantenni. Le truffe sono diverse e variegate: spaziano da contratti falsi, a bollette finte, riscossioni false di tributi, multe, premi etc.

Le truffe dunque sono principalmente rivolte agli anziani, meglio se soli.

Già in alcuni comuni  si è pensato ad un’assicurazione volta proprio a tutelare questa fascia di popolazione da truffe e raggiri. Si tratta di una polizza che copre in caso di rapine, di furti e di truffe di diverso genere.

Ad esempio il Comune di Fabriano (Ancona) dove il Presidente del Consiglio Comunale Pino Pariano intende tutelare gli anziani contro scippi, rapine e truffe. La proposta sottoposta al Sindaco e alla Giunta è quella di attivare un’assicurazione in favore dei soggetti più deboli della comunità.

Oppure come il Comune di Milano che ha pensato ad AssicuraMi, la polizza dedicata agli anziani vittime di furto, scippo o rapina che garantisce un rimborso a tutti gli over 70 che risiedono a Milano che hano un reddito personale lordo massimo di trentamila euro. La polizza prevede la rimborsabilità dei documenti (inclusa la tessera ATM) in caso di furto o scippo, il rimborso delle spese per la sostituzione delle serrature della porta di casa anche in caso di furto delle chiavi e non solo per scassi perpetrati o tentati; il rimborso delle spese mediche anche in caso in cui non vi sia stato ricovero in struttura ospedaliera.

Le condizioni praticate dalla polizza prevedono la totale gratuità e per attivare la polizza basta fare  una telefonata al numero speciale della Centrale Operativa della Polizia locale a partire dal momento nel quale il reato è stato subito ed entro sette giorni dalla data in cui si è fatta denuncia.

AssicuraMi copre le spese per la riparazione della serratura di casa e per l’acquisto di  alcuni fra gli oggetti rubati (ad esempio gli occhiali, le chiavi o il cellulare) inoltre eroga un contributo anche per eventuali spese legali o sanitarie o un rimborso in denaro. Si tratta indubbiamente di  un aiuto concreto agli anziani che, assieme agli incontri a loro specificatamente dedicati alla prevenzione dei reati  di cui più spesso sono vittime, contribuisce in modo efficace a combattere questa piaga.

Anche Bologna da il buon esempio: se si hanno 65 anni di età e, in caso di scippo o borseggio, rapina, furto o raggiro, si possono avere fino a 120 euro di risarcimento o fino a 500 euro se il furto avviene nel giorno di ritiro della pensione.

Questo è il frutto di un accordo tra il Comune di Bologna, HERA, TPER e le rappresentanze sindacali confederali e dei pensionati CGIL-SPI, CISL-FNP, UIL-UILP, che promuove la stipula di una copertura assicurativa, gestita da Unipol. L’assicurazione tutela  beni in denaro, valori, oggetti personali, vestiario, gioielli oggetto di rapina, estorsione, furti, anche in presenza dell’assicurato o dei suoi familiari.

La polizza copre anche il caso in cui la truffa o il furto avvenga sull’autobus e le spese sostenute per il rifacimento di documenti personali.

La polizza prevede anche  l’invio presso l’abitazione di una guardia giurata, di un tecnico (fabbro, falegname, elettricista, idraulico, vetraio, ecc..), di una collaboratrice domestica per sistemare la casa e infine eventuali spese di albergo, se la casa è  inagibile, se necessario,  l’invio di un medico o di un infermiere. Questa assicurazione fornisce  una prima assistenza essenziale a tutti gli anziani ultrasessantacinquenni che risiedono  a  Bologna e che sono vittime di furti, rapine, scippi.

Questo genere di polizze dovrebbe riguardare tutto il territorio e dovrebbe essere gratuito per tutte le fasce più fragili. Prendiamo il buon esempio da chi già tutela i nostri anziani.

Potrebbero interessarti anche questi altri articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.