Assicurazione Ciclomotori e Scooter 50 cc

Consigli su Assicurazione scooter 50

RAgazza su scooter 50cc: Quale assicurazione scegliere?

Nel vasto mondo degli amanti delle due ruote, la stipula di una polizza assicurativa di responsabilità civile è uno dei vincoli del Codice della Strada, anche per gli scooter e le Vespa con cilindrata 50 cc.

Assicurazione ciclomotore 50: obbligatoria sì o no?

Infatti, con la sua riforma di non molti anni fa, lo stesso Codice ha imposto l’obbligo di una assicurazione anche per i ciclomotori, ovvero per tutti quei motorini (o assimilabili) con una cilindrata massima di 50 cc. E’, questa, una tipologia di mezzi davvero molto diffusa in Italia, specie fra i “centauri” giovani e giovanissimi (basti pensare ai ragazzini che hanno appena compiuto 14 anni e non possono ancora guidare moto con cilindrata più alta), ma sicuramente anche dai meno giovani, che amano lo scooter (e l’intramontabile Vespa) per la praticità del suo utilizzo e per le sue caratteristiche dinamiche e, tutto sommato, economiche.

Pur nella bassa cilindrata, che può far pensare a rischi rari, in considerazione del fatto che la velocità non può certo raggiungere limiti particolarmente elevati, il Legislatore ha comunque ritenuto imporre l’obbligo di una polizza assicurativa in quanto l’alto numero di ciclomotori presenti sulle strade del nostro paese meritava una regolamentazione specifica e rigida in relazione ai sinistri che, con tali mezzi, si possono comunque provocare.

Ed è quindi proprio con l’intenzione di assicurare il giusto rimborso ad eventuali terze parti danneggiate da incidenti causati proprio dai motorini e scooter che nasce l’obbligo di una assicurazione RC per ciclomotori 50: non solo, questo genere di polizza, ovviamente, tutela anche il possessore del motociclo qualora quest’ultimo si dovesse trovare ad essere il responsabile di un incidente poiché, proprio grazie alla copertura assicurativa, non dovrebbe più rimborsare direttamente la parte sinistrata, diversamente da quanto avveniva prima.

Come scegliere l’assicurazione motorino 50 più adatta

Non è sempre facile sapersi districare fra le varie offerte assicurative, e può capitare di perdersi nella miriade di proposte, nel tentativo di trovare quella che, oltre a farci risparmiare, ci offra maggiori garanzie e tutele. Ciononostante, cerchiamo di comprendere insieme quali semplici accorgimenti poter usare per effettuare la scelta migliore e, soprattutto, per metterci al riparo da brutte sorprese al momento della resa dei conti.

Una delle prime regole da seguire è sicuramente la visione ampia del panorama assicurativo che, negli ultimi anni, si è particolarmente arricchito da una moltitudine di offerte, anche grazie alle tantissime possibilità che provengono dal web. Diverse, infatti, sono le compagnie nate per la stipula delle Assicurazioni Auto e Moto online, alcune appartenenti alle compagnie tradizionali, altre invece sorte con il preciso intento di competere in maniera interessante, in un regime di libera concorrenza, con tariffe e caratteristiche che fino a qualche anno fa era impensabile trovare. T

ra i principali consigli, quindi, suggeriamo di tenere in considerazione un ampio ventaglio di scelta, senza escludere nessuno e senza cercare necessariamente la proposta delle compagnie più tradizionali e conosciute, proprio perché diverse assicurazioni, in relazione ad una stessa categoria di veicolo da assicurare, possono avere tariffe più o meno convenienti e personalizzabili.  Utilissimo, quindi, il confronto dei vari siti internet di assicurazioni, e una buona strategia sarà senza dubbio quella di effettuare una prima scrematura su un portale comparatore, per poi richiedere preventivi personalizzati sul sito di ogni compagnia.

Tornando, dunque, all’argomento della nostra discussione, cioè l’assicurazione di scooter di cilindrata 50 cc, è bene sapere che i costi, già differenti fra loro in base alla regione di residenza, lievitano a causa del fatto che la minore età (che è la fascia anagrafica più ricorrente in questa tipologia di assicurati) porta a considerare i conducenti dei “cinquantini” come soggetti ad elevato rischio assicurativo, con conseguenza di un premio annuo spesso piuttosto elevato. Si consiglia anche di valutare se sia proprio il caso di integrare la polizza base aggiungendo assicurazione su furto e incendio poiché potrebbe addirittura succedere che il premio vada a pareggiare, se non addirittura superare, il valore dello scooter. Ecco perché si tende a scegliere queste opzioni supplementari solo in caso di un ciclomotore nuovo, magari di un certo valore.

Calcolare un’assicurazione per lo scooter: quali compagnie, quali costi?

La RC per i ciclomotori 50cc, definiti più semplicemente “motorini”, offre al conducente che si assicura la copertura dei danni civili derivanti dalla circolazione di veicoli a motore a due ruote fino ad un massimale che può essere concordato in fase di sottoscrizione della polizza. Se, però, i danni causati dovessero eccedere tale soglia, tale superamento rimarrebbe a carico del proprietario del motorino. La differenza con un ciclomotore non assicurato sarebbe notevole poiché, oltre a dover risarcire di propria tasca i danni, toccherebbe una sanzione amministrativa di entità importante, fino a 3000 €, nonché il sequestro del veicolo. E’ comunque importante chiarire che, come la RC Auto, anche questa assicurazione non prevede una tutela personale in caso di torto e pertanto, per fare un esempio, in caso di guida in stato di ebbrezza, e un conseguente incidente, il conducente non avrebbe nessun rimborso dalla compagnia assicurativa.

Non solo: come abbiamo visto, oltre alla ordinaria copertura, sono disponibili garanzie ulteriori che possono essere aggiunte, come furto e incendio, le quali coprono i danni derivanti dai tentativi di scasso e da diverse situazioni quali fuoco, scoppi, fiamme sprigionate dal motomezzo, escludendo in ogni caso gli oggetti custoditi all’interno. Inoltre, considerato che l’assicurazione RC Moto base non copre i danni provocati dal motociclista per sua colpa, si tende a consigliare vivamente di includere anche l’opzione Kasco, in modo tale che l’assicurato possa così ricevere il risarcimento anche se il danno è stato provocato da una sua responsabilità, coprendo o tutti i danni o soltanto quelli degli incidenti in cui sono stati coinvolti anche altri mezzi.

Scegliendo dunque una polizza che assicura anche il guidatore, senz’altro da non sottovalutare quando si parla di scooter o motorini, più a rischio di un’auto, il guidatore potrà avere maggiori garanzie di sicurezza e godere di tutela anche in caso di infortuni (che, lo ricordiamo, sono comunque da certificare con referti medici ottenuti al Pronto Soccorso) o, nei casi più gravi, per eventuali invalidità permanenti.

Diamo ora un’occhiata su alcune delle proposte più evidenti del mercato, seguendo insieme le offerte che ci mostra la rete, dedicate a chi deve assicurare il proprio scooter 50, e che sarà semplice calcolare inserendo la targa del motociclo e la data di nascita del proprietario.

Con Genialloyd due prodotti su misura per i ciclomotori 50, con la possibilità di personalizzare la polizza in base al modello dello scooter o del motorino e a seconda delle proprie esigenze:

https://www.genialloyd.it/GlfeWeb/assicurazione-moto/scooter-motorino.html

Moto Sempre, che prevede la sicurezza di un’assicurazione sempre attiva, per quei motociclisti che sfruttano la comodità del ciclomotore per ogni spostamento quotidiano.

Moto Free è invece la soluzione per tutti coloro che fanno un uso saltuario dello scooter, di solito i solo in estate, e consente di sospendere il contratto ogni qual volta lo si desideri (fino a un massimo di 12 mesi) senza spese di riattivazione.

Con Linear, la compagnia online del Gruppo Unipol,

https://www.linear.it/assicurazione-moto.

la polizza scooter on line propone una RC Moto in tutta tranquillità, poiché la copertura in caso di incidente può arrivare fino a 25 milioni. La garanzia, inoltre, funge anche da polizza per assistenza stradale, furto/incendio e RC Minori e Trasportati. È poi possibile completare la copertura con le garanzie aggiuntive Infortuni al conducente e tutela giudiziaria. Interessante anche l’optional per la copertura di danni provocati da un figlio, minore di 18 anni che, all’insaputa dei genitori, accede al mezzo e alla guida, ed anche l’assistenza stradale H24 in caso di difficoltà.

Motoplatinum offre una polizza fra le più economiche sul mercato

https://www.24hassistance.com/Assicurazione-RC-scooter-50-ciclomotore-motorino/Step1.aspx

La garanzia RC per la moto o scooter 50 pensata per chi guida il motorino in città ma anche per gli appassionati della moto di cilindrata superiore che cercano una assicurazione che sia sospendibile, economica e premiante, poiché con la polizza moto online Motoplatinum il bravo guidatore potrà godere di rate molto più basse.

Assicurazione Vespa 50: un mito intramontabile!

Sinora abbiamo parlato di ciclomotori o scooter in generale, considerando tali quei motoveicoli generici sino a 50 di cilindrata. Senza dubbio però, lo scooter più famoso e più amato da più di una generazione di giovani rimane la Vespa, di cui addirittura esistono i cultori dei modelli storici e d’epoca. Chi possiede tale mezzo può provvedere ad assicurarlo con la compagnia che abbiamo citato prima, la Genialloyd, di Allianz, che propone addirittura una polizza personalizzata per questo mezzo

https://www.genialloyd.it/GlfeWeb/assicurazione-moto/vespa.html?gclid=EAIaIQobChMIure9_-mE1wIVLijTCh2VYg92EAAYASAAEgK7TfD_BwE&dclid=CPav053rhNcCFQKMdwodxoYIaA

I modelli di Vespa fino a 50 cc (ad esempio Vespa Primavera 50 2T e Vespa Sprint 50 2T), possono essere tutelati con l’assicurazione dedicata, che prevede la tariffa in base allo stile di guida, diviso in 3 categorie:

  • Guidatore abituale*, per la quale è prevista la conduzione dello scooter esclusivamente dal suo proprietario e, al massimo, da un guidatore aggiunto e da lui stesso indicato;
  • Guida esperta*, per la quale il ciclomotore è guidato per tutto l’anno assicurativo da più persone, di età maggiore di 30 anni;
  • Guida libera, riferita a veicoli guidati da più persone senza nessun limite anagrafico.

(* Per le formule Guidatore Abituale e Guida Esperta, è prevista una rivalsa fino ad un massimo di 5.000 €, qualora Genialloyd dovesse pagare un incidente causato da un motociclista diverso da quelli autorizzati dalle specifiche tariffe).

La polizza, in una qualsiasi delle tre versioni, consente di completare la copertura obbligatoria di RC con diverse garanzie accessorie, dall’Assistenza Stradale al Bonus Protetto.

Con la stessa compagnia assicuratrice è anche possibile assicurare una Vespa d’epoca, ad esempio una 50 Special, a condizione che sia iscritta al registro della Federazione Motociclistica Italiana.

E per gli scooter elettrici, quali le condizioni assicurative?

Lo scooter, lo sappiamo, è un mezzo di trasporto comodo e veloce, molto usato prevalentemente nella bella stagione ma anche, specie negli ultimi anni, per evitare il traffico delle ore di punta che, nelle grandi come nelle piccole città, è fonte di stress per molti lavoratori. Appare quindi chiaro che un mezzo che diventa sostenibile grazie alla trazione elettrica, può rappresentare un vero e proprio strumento per muoversi ma anche per evitare problematiche ambientali. I vantaggi per chi possiede uno scooter elettrico sono notevoli, e sicuramente comprendono aspetti economici ed ambientali, poiché tale veicolo non prevede alcuna limitazione alla circolazione ed ha un costo di ricarica davvero irrisorio che si aggira intorno ai 0,50 centesimi di Euro. Inoltre, chi possiede un motorino elettrico, ha diritto all’esenzione da bollo per 5 anni e può arrivare a godere di uno sconto sull’assicurazione RC fino al 50%.

Fino a qualche tempo fa, infatti, gli scooter elettrici e le moto godevano di ampi sconti e agevolazioni sulle polizze assicurative: attualmente, pur se superata la fase promozionale, diverse compagnie sensibili ai problemi legati all’ambiente propongono interessanti formule assicurative tant’è che, pur essendo di fatto motocicli uguali ai mezzi tradizionali, viene applicato uno sconto che può arrivare anche al 50%. Il taglio del costo viene applicato indipendentemente dalle caratteristiche del proprietario o del ciclomotore, l’unica obbligatorietà è che sia elettrico. È bene sottolineare che questa formula non è obbligatoria, ma viene eseguita dalle compagnie più sensibili agli aspetti ecologici, invitando pertanto il proprietario a cercare fra le varie assicurazioni quella più attenta a questo aspetto.

A proposito di scooter elettrico, è bene ricordare ciò che il Codice della Strada stabilisce nei confronti dei veicoli a due ruote: sono considerati velocipedi (ossia biciclette) i mezzi che utilizzano come propulsione soltanto la forza muscolare, per i quali non sono necessari targa, assicurazione, patente e libretto di circolazione. Per tutti gli altri casi, quindi, questi elementi sono necessari ed obbligatori e, pertanto, gli scooter elettrici senza targa e senza copertura assicurativa non sono legali, al punto che sono previste pesanti sanzioni a riguardo:

  • per la circolazione su aree pubbliche senza targa, è previsto il fermo amministrativo del veicolo per 30 giorni e sanzione amministrativa di 77, 00 €;
  • per l’assenza di copertura assicurativa, sequestro del veicolo e multa di oltre 840,00 €;
  • guida senza patente, prevede una sanzione pesantissima che supera i 2700,00 €.


Assicurazione temporanea per lo scooter: quando conviene.

Trattandosi di un veicolo quasi prettamente “stagionale”, molte compagnie assicurative danno la possibilità ai clienti di assicurare in modalità temporanea sia la moto che lo scooter, vale a dire che si può assicurare il motorino per tre o sei mesi invece dei classici dodici, come tutte le assicurazioni standard.

Le assicurazioni temporanee per gli scooter hanno indicativamente le stesse caratteristiche delle tradizionali ma sono molto più flessibili per quanto riguarda la durata ed il periodo di copertura, tanto che chi opta per questo tipo di polizza può decidere di sospenderla in qualsiasi momento e riprenderla più avanti, non prima però di 30 giorni dall’interruzione.

Il nome con cui vengono definite queste polizze per moto e ciclomotori è “a frazionamento” e suggeriamo di porre massima attenzione prima di stipularle, sia alle condizioni sia alle varie formule di riattivazione che ogni compagnia propone:

per esempio, una differenza tra le assicurazioni annuali e quelle temporanee è che con queste ultime non si matura l’attestato di rischio, e sarà quindi importante controllare che ad ogni riattivazione la classe di merito di partenza non sia peggiorativa. Altro elemento da valutare è il costo di riattivazione, visto che dopo il periodo di utilizzo di tre o sei mesi la polizza finisce ed è necessaria una nuova stipula del contratto.

Per quanto riguarda la durata, in linea di massima s’interrompe, appunto, a livello trimestrale o semestrale, ma è possibile personalizzare il frazionamento addirittura scegliendo i giorni in cui essere coperti dall’assicurazione: in questo caso si parla di una polizza temporanea “a consumo” che permette flessibilità e libertà di utilizzo. Un’altra tipologia che troviamo in commercio è l’assicurazione “a chilometro, anche in questo caso consigliata a chi non fa largo uso dello scooter, e che prevede il pagamento di una quota fissa a protezione di una prima parte di Km effettuati, nonché di una cifra variabile che va a copertura del percorso eventualmente eccedente la quota base.

Attenzione ad alcune compagnie che prevedono un pagamento in fase di blocco e poi riattivazione, operazioni peraltro non sempre immediate ma che, anzi, richiedono tempi di attesa o un periodo di preavviso che può diventare un problema se si ha un’improvvisa necessità di riprendere l’utilizzo del motorino.

Anche per sottoscrivere un’assicurazione temporanea per il proprio scooter è consigliabile consultare sia i portali di raffronto e comparatori di tariffe dedicati, sia i siti delle singole assicurazioni che effettuano questo tipo di servizio, così da poter verificare bene tutte le condizioni presenti nel contratto.

Potrebbero interessarti anche questi altri articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.