Assicurazione Professionale

Consigli e Approfondimenti su Assicurazione Responsabilità Civile Professionale

Assicurazioni RC Professionali

L’Assicurazione professionale è sicuramente la copertura più rilevante per ogni libero professionista. Il fine di una RC professionale è tutelare il lavoro, le attività e i rischi del contraente, così come del suo patrimonio, nel caso in cui commetta errori durante la propria mansione, causando un danno al cliente per il quale sta lavorando. Quest’ultimo, proprio grazie all’assicurazione di Responsabilità professionale, ha pertanto diritto ad un risarcimento per il danneggiamento subito, così come previsto dagli obblighi contrattuali e dai diritti dei consumatori.

La società assicurativa tutela il professionista dalle richieste di indennizzo presentate da terze parti che si ritengono lese a seguito di errori, negligenze od omissioni commesse durante l’esercizio della sua professione. Dall’agosto del 2012 le assicurazioni professionali, che fino a quel momento erano facoltative, hanno iniziato un percorso di legge per diventare obbligatorie, e questo significa, tra le altre cose, che ogni professionista è tenuto ad illustrare al cliente i dati e le caratteristiche della propria polizza assicurativa quando gli viene conferito un incarico. L’assicurazione di responsabilità civile professionale è uno strumento per cautelare se stessi e la propria professione, ma anche i clienti, al fine di proteggere l’eventualità di danni e problematiche anche molto importanti.

Il D.Lgs.137/12 è molto chiaro: ogni professionista ha l’obbligo di stipulare una polizza di assicurazione per i rischi connessi alla responsabilità civile e, se inadempiente, il suo ordine di appartenenza può sanzionarlo. Non solo: in caso di errore nello svolgimento della sua attività, ne risponderà in proprio con un risarcimento. Vediamo, a questo proposito, uno stralcio della normativa citata:

Art. 5 – Obbligo di assicurazione

  1. Il professionista è tenuto a stipulare, anche per il tramite di convenzioni collettive negoziate dai consigli nazionali e dagli enti previdenziali dei professionisti, idonea assicurazione per i danni derivanti al cliente dall’esercizio dell’attività’ professionale, comprese le attività di custodia di documenti e valori ricevuti dal cliente stesso. Il professionista deve rendere noti al cliente, al momento dell’assunzione dell’incarico, gli estremi della polizza professionale, il relativo massimale e ogni variazione successiva.
  2. La violazionedella disposizione di cui al comma 1 costituisce illecito disciplinare”.

Pertanto, tutti i professionisti con obbligo d’iscrizione a un Albo o a un Ordine devono stipulare un‘assicurazione RC Professionale e coloro che non la sottoscrivono sono passibili d’illecito disciplinare deontologico.

Quanto costa un’assicurazione professionale?

E’ pur vero che a volte l’esercizio professionale può essere davvero rischioso: dall’architetto e ingegnere che progettano un ponte che poi crolla per errori di calcolo, all’avvocato che sbaglia una scadenza e reca un danno economico al cliente, al medico che confonde una diagnosi o esegue male un intervento chirurgico, e si potrebbe continuare, ben sapendo anche che esistono professioni più rischiose di altre. Ogni attività, infatti, è soggetta ad una stima di rischio e, per avere anche solo un’idea indicativa di quanto può costare un’assicurazione rc professionale, con una rapida ricerca online emergono tariffe annue per ogni categoria, indicativamente così esposte:

  • da 1.000 a 3.000 € per commercialisti, avvocati o consulenti del lavoro;
  • fino a 3.500 € per un ingegnere;
  • intorno ai 6.000 € per un chirurgo e sino a 19.000 € per un’alta specializzazione medica

E’ possibile però abbassare in maniera sensibile la spesa acquistando una polizza in forma collettiva: infatti, diverse sono le associazioni, i sindacati di categoria, gli ordini professionali che, raggruppando i loro iscritti, acquistano un’assicurazione per ciascuno di loro, garantendo ovviamente a ciascuna compagnia un congruo numero di assicurati tale da ottenere costi inferiori, a parità di condizioni.

Preventivi Online Assicurazione Professionale

Al momento della scelta, sarà necessario stabilire alcuni criteri per valutare le varie offerte di polizze e, in questo caso, potrà essere utilissimo affidarsi ad uno o più comparatori online, grazie al quale verificare e confrontare il prezzo migliore, insieme ai livelli più elevati di affidabilità, sicurezza e flessibilità. Per ogni professione è possibile valutare condizioni e prezzo, come, ad esempio, con RCPolizza.it, che presenta le più conosciute e specializzate Compagnie Assicurative del mercato italiano https://www.rcpolizza.it/.

Vediamo insieme brevemente le principali caratteristiche su cui puntare focus di attenzione per scegliere un’assicurazione professionale:

  1. Rischi coperti e Rischi esclusi: vale a dire i casi in cui la polizza opera oppure non opera. Si consiglia di fare molta attenzione per non scegliere una polizza apparentemente più economica, senza rendersi conto che ha una copertura limitata.
  2. La colpa grave: verificare sempre se l’assicurazione copre questo aspetto, che è l’accadimento più rischioso, anche a livello economico, in termini di entità del danno.
  3. La franchigia: ogni polizza può prevedere che per ogni evento esista una parte che il professionista dovrà in ogni caso pagare a proprie spese e, ovviamente, più la franchigia è bassa e meglio è, poiché pagare un premio assicurativo per poi trovarsi costretti a versare magari 1.000 € di tasca propria è sicuramente spiacevole. ‘ bene sapere che esistono anche polizze a franchigia zero.
  4. Il massimale: è la cifra che la compagnia si impegna a rimborsare ed è proporzionato all’entità del danno. In base all’ che potremmo produrre: non ha senso assicurare per 1.000.000 di euro l’attività di vendita di figurine, mentre per un neurochirurgo lo stesso massimale può essere troppo basso rispetto ai danni che può produrre con la propria attività.
  5. Spese legali: a volte la compagnia assicurativa non garantisce tale copertura, ma assicura a se stessa la scelta di intervenire o meno sostituendosi al professionista nel procedimento penale che lo interessa. Questo perché dall’esito dello stesso deriva la quantificazione del risarcimento in sede civile, che deve essere rimborsato appunto dalla compagnia.
  6. Periodo assicurato, retroattività e garanzia postuma: in linea di massima, le polizze garantiscono i risarcimenti durante il periodo di copertura, anche per danni provocati nel passato, prevedendo un periodo massimo di retroattività, oltre il quale non rispondere (con clausole del tipo: “sinistri occorsi fino a tre anni prima della data di stipula”).  La garanzia postuma è una tutela aggiuntiva in cui l’assicurazione si impegna a coprire gli ex assicurati per un certo numero di anni anche dopo aver cessato l’attività.
  7. Deducibilità: il costo per RC Professionale è deducibile nella determinazione del reddito di lavoro autonomo, come disposto all’art.54 del D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917 (TUIR – Testo Unico Imposte sui Redditi) che regolarizza la determinazione del reddito di lavoro autonomo. Il comma 1 del citato articolo 54 dispone che “il reddito derivante dall’esercizio di arti e professioni è costituito dalla differenza tra l’ammontare dei compensi percepiti nel periodo di imposta e quello delle spese sostenute nel periodo stesso”, stabilendo che i costi devono essere sostenuti nel periodo d’imposta. Questo significa che per determinare se una spesa è deducibile si fa riferimento al principio di cassa, per cui concorrono alla formazione del reddito le spese effettivamente pagate.
  8. Infine, il premio: impossibile stabilire prezzi generici, poiché l’analisi delle polizze va svolta con attenzione sulla personalizzazione dell’offerta, al fine di valutare un prezzo esattamente commisurato alle caratteristiche del prodotto.

Per ottenere un preventivo per un’assicurazione RC Professionale, risultano particolarmente utili, come nel caso di polizze auto, moto, ecc, i già citati comparatori online, capaci in pochi e semplici passaggi di offrire una panoramica di ciò che le varie compagnie propongono, categoria per categoria.

Affidiamoci pertanto all’esperienza di Facile.it

https://www.facile.it/assicurazioni-rc-professionale.html?gclid=EAIaIQobChMI5-r6gP6I1wIVyZkbCh04bA9BEAAYASAAEgKSjPD_BwE

o tramite ComparaSemlice.it  https://www.comparasemplice.it/assicurazioni/rc_professionale?lp=1934&gclid=EAIaIQobChMI8JWNsf6I1wIVFxIbCh2atAhHEAAYAiAAEgKdQPD_BwE

o ancora MioAssicuratore.it

https://www.mioassicuratore.it/rc-professionale

tanto per citare alcuni fra i più utilizzati.

Prima di analizzare nel dettaglio alcune categorie di professionisti con le relative polizze RC, indichiamo anche come si possa, in ogni caso, presentare disdetta di una assicurazione professionale RC, che può essere avanzata senza oneri al termine dell’anno assicurativo grazie alle disposizioni del decreto Bersani del 2007, che ha introdotto la possibilità di recedere la polizza, anche prima della scadenza, senza pagare alcuna penale.

Tale rinuncia è disciplinata dal codice civile (art. 1899) così come è stato modificato appunto dal decreto Bersani, poi trasformato in legge 40/2007, il quale prevede, per le assicurazioni professionali sottoscritte dopo il 30/3/07, che il contraente possa recedere semplicemente inviando una raccomandata a/r con richiesta di disdetta entro 60 giorni dalla data di scadenza annuale all’agenzia assicurativa che ha in carico la polizza stessa.

La compagnia, al ricevimento della disdetta, sarà tenuta a invalidare la polizza a partire dal giorno seguente alla prossima data di scadenza annuale. In caso contrario (se ad esempio l’agenzia esige il pagamento di una penale oppure considera non valida la richiesta), sarà possibile cautelarsi proponendo un reclamo all’IVASS – Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni.

Infine, per i contratti stipulati prima del 30/3/2017, è possibile disdirli esercitando il diritto di recesso gratuito soltanto se la polizza è stata attiva per almeno 3 anni, poiché diversamente ci si dovrà attenere a quanto prevede il Codice Civile e le clausole dell’assicurazione stessa.

Vediamo ora alcune fra le libere attività più frequenti, analizzando per ciascuna i dettagli di una copertura assicurativa per quella determinata categoria:

Assicurazione Professionale Medici:

Dal 15/8/14 i Medici iscritti all’Albo sono tenuti a stipulare una polizza di Responsabilità Civile Professionale: l’obbligo è stato introdotto con il D.P.R. 137/2012 del 7 agosto 2012 e successivamente modificato con il D.L. 69 del 21 giugno 2013. La RC Professionale Medici, a copertura “All Risk”, tutela dalle richieste di risarcimento avanzate da terzi in conseguenza ad errori commessi durante lo svolgimento dell’attività professionale, coprendo, in caso di sinistro, le spese legali di assistenza e di difesa del medico entro il limite del 25% del massimale scelto.

Tale polizza è soggetta al regime cosiddetto “Claims Made”, “a richiesta fatta”, a garanzia che il sinistro venga attivato dalla richiesta di rimborso che riceve il medico. La differenza tra una polizza claims made ed una in regime “Loss Occurrence” è importante nel caso della responsabilità professionale, poiché tra il momento in cui il professionista sbaglia quello in cui il cliente ha la percezione dell’errore, può passare parecchio tempo ed in questo modo il medico potrebbe avere copertura anche senza essere stato assicurato al momento dell’errore, purché lo sia al momento della domanda di risarcimento.

Il professionista è tutelato anche nel caso in cui la struttura medica in cui lavora si rivalga contro di lui ritenendolo responsabile di danni arrecati a terzi. I soggetti assicurabili sono i medici che esercitano la professione sia extramoenia che intramoenia, cioè all’interno o fuori da strutture ospedaliere pubbliche, quelli che lavorano in qualità di dipendente, consulente o collaboratore di ospedali, cliniche o qualsiasi altro istituto pubblico o privato autorizzato alla prestazione di servizi sanitari. (vedi anche https://www.clubmedici.it/assicurazioni/rc-professionale)

Assicurazione Professionale Avvocati:

In base ad un decreto attuativo del D.P.R. 137/12 pubblicato sulla G.U. n. 238 del 11/10/2016, la polizza di RC professionale per tutti gli iscritti all’Ordine degli Avvocati è ora imposta dall’autorità legislativa. L’obbligo ufficiale, fissato inizialmente per l’11/10/2017, è stato prorogato di un mese, in concomitanza con la stipula della convenzione nazionale relativa all’assicurazione per la responsabilità professionale e quella patrimoniale e infortuni “ex lege”.

A brevissimo, dunque, sarà attuativo il vincolo che indicherà la copertura della responsabilità civile dell’avvocato per tutti i danni che questi possa causare, per colpa anche grave, a clienti e a terzi nello svolgimento dell’attività professionale. Qualunque tipo di rischio, (patrimoniale, non patrimoniale, indiretto, permanente, temporaneo, futuro) deve essere assicurato.

Non rientrano tra i terzi né i collaboratori né i familiari del contraente, ma deve essere prevista anche a favore degli eredi. Inoltre, è altrettanto obbligatoria la retroattività illimitata e l’ultrattività almeno decennale per gli avvocati che cessano di prestare la propria opera nel periodo di vigenza della polizza stessa.

Fra le clausole sono comprese sia la responsabilità civile derivante da fatti colposi o dolosi di collaboratori, anche tirocinanti, dipendenti e sostituti processuali, sia per danni derivanti dalla custodia di documenti, denaro, titoli e valori ricevuti in deposito dai clienti. Importante sapere che gli estremi delle polizze assicurative devono essere resi disponibili ai terzi presso l’Ordine di appartenenza e presso il CNF (Consiglio Nazionale Forense), e pubblicati sui rispettivi siti internet. (http://www.consiglionazionaleforense.it/web/cnf/assicurazione-obbligatoria)

Assicurazione Professionale Ingegneri:

Per quanto riguarda questa categoria, vige l’obbligo di assicurazione solo per gli iscritti agli Ordini che esercitano effettivamente la professione e che firmano progetti, mentre ne sono esentati gli ingegneri dipendenti della P.A. e delle aziende private che non firmano, come chiarito dal CNI, il Consiglio Nazionale degli Ingegneri.

L’assicurazione RC professionale Ingegneri tutela il contraente dagli errori, o negligenze, commessi durante la sua attività lavorativa, prevedendo per lui un rimborso per le perdite generate da risarcimenti dovuti a terzi, e per le spese legali eventualmente sostenute. I soggetti assicurati sono il singolo libero professionista o, in caso di Studio Associato, anche i collaboratori, i partner e i soci, soltanto però per l’attività svolta prettamente per lo Studio Associato stesso. https://www.centrostudicni.it/primo-piano/573-le-linee-di-indirizzo-del-centro-studi-cni-sull-obbligo-di-assicurazione-professionale

Assicurazione Professionale Architetti:

Dal 13/8/2013 gli Architetti iscritti all’Albo della professione sono obbligati a sottoscrivere una polizza di Responsabilità Civile Professionale, che tutela l’assicurato dalle richieste di risarcimento generate da errori professionali. Tutte le perdite connesse, comprensive delle spese legali, sono coperte dall’assicurazione. Le situazioni più comuni che potrebbero generare danni e sinistri assicurabili sono errori in fase di progettazione, mancanze nell’attività di direzione lavori e responsabilità per inosservanza delle disposizioni sulla sicurezza dei luoghi di lavoro.

I soggetti assicurabili sono, ovviamente, il singolo libero professionista e, in caso di Studi Associati, anche i soci e i collaboratori per l’attività svolta per conto e nel nome del medesimo Studio.  https://www.generali.it/Assicurazioni/Assicurazione-per-i-professionisti/RC-professionale-Architetti-e-Ingegneri/

Assicurazione Professionale Commercialisti:

Come per gli Architetti, anche per i Commercialisti dall’agosto 2013 per i professionisti iscritti all’Albo è scattato l’obbligo di stipulare una polizza assicurativa per la copertura della Responsabilità Civile Professionale. Eventuali errori commessi nello svolgimento dell’attività contabile, infatti, potrebbero causare richieste di risarcimento nei confronti di questa categoria di professionisti e la polizza di RC Professionale tutela il commercialista in tutte le sue attività, rimborsando le spese sostenute per eventuali provvedimenti giudiziali o per sua difesa. I più comuni inadempimenti all’origine di una richiesta di risarcimento sono la mancata verifica di un invio telematico dei dati, il versamento tardivo dei contributi di un cliente o errori nella dichiarazione dei redditi di terzi.

Pur se alcuni ordini distrettuali hanno stipulato convenzioni con varie compagnie assicurative, il professionista può comunque decidere per una polizza individuale, detta anche “Tailor Made”, cioè personalizzata per esigenze specifiche. La polizza RC professionale può essere sottoscritta sia dal singolo commercialista, sia a nome di uno Studio Associato, dell’Associazione Professionale o di una Società, nei quali casi l’assicurazione copre i partner, i collaboratori e tutti i soci soltanto per le attività svolte in nome e per conto dello Studio Associato, dell’Associazione Professionale o della Società. https://www.cnpadc.it/?q=node/1398

Assicurazione Professionale Geometri:

Anche in questo caso, la legge impone l’obbligo per i Geometri iscritti all’Albo di contrarre un’assicurazione per la Responsabilità Civile Professionale, capace di proteggere l’assicurato dalle richieste di risarcimento in conseguenza di atti illeciti verificatisi durante lo svolgimento delle sue attività, coprendo anche i costi e le spese sostenuti per il rimborso di un provvedimento giudiziale o per l’attività di sua difesa. Ad esempio, per una verifica incompleta di situazioni catastali, o una presunta mancata valutazione del rispetto delle distanze tra fabbricati o ancora una stima immobiliare non corrispondente al valore economico poi erogato.

Anche questa polizza è in regime “Claims Made”, cioè sono coperte solo le richieste di rimborso che vengono presentate nel periodo in cui l’assicurazione è attiva, basta che siano causate da atti illeciti commessi durante il periodo di retroattività. I soggetti che si devono assicurare sono il singolo professionista e, come sempre, nei casi di Associazione Professionale o Studio Associato o Società sono assicurabili anche i partner, soci e collaboratori per l’attività svolta per conto e nel nome degli stessi. http://www.geometrinrete.it/it/geometri/convenzioni/convenzioni-polizze

Assicurazione Professionale Infermieri:

Dal 15/8/2014 per la categoria professionale degli Infermieri e Operatori Socio Sanitari, sempre se iscritti all’Albo, è in vigore l’obbligo di una polizza assicurativa per la copertura della Responsabilità Civile Professionale, sempre secondo il D.P.R. 137/2012 e successivo D.L. 69 del 21/6/2013. Con questa assicurazione, un infermiere è protetto dalle perdite economiche derivate da una richiesta di risarcimento causata da errori o negligenze commesse, purché effettuata durante il periodo di validità della polizza. Il professionista viene anche rimborsato delle spese per i provvedimenti giudiziali sostenute per la difesa legale, entro il limite del 25% del massimale. Stessa cosa anche nel caso in cui sia la struttura o la clinica presso cui lavora a rivalersi, ritenendolo personalmente responsabile di danni arrecati a terzi.

Come si può immaginare, gli errori a cui è più soggetto il personale infermieristico sono un’errata somministrazione di farmaci o terapie, o una trascrizione medica scorretta o ancora una presunta omissione di assistenza ad un ammalato. Possono essere assicurati gli infermieri che lavorano come liberi professionisti sia in strutture pubbliche che private. http://www.assinfermieri.it/

Assicurazione Professionale Dipendenti Pubblici:

Polizza creata con l’intento di assicurare la responsabilità civile degli Amministratori, Sindaci, Dirigenti e dipendenti della pubblica amministrazione (RC Patrimoniale). E’ un’assicurazione di tipo Claims Made, vale a dire che garantisce le richieste di risarcimento formulate durante il periodo di assicurazione, pur se relative ad atti illeciti che si sono verificati prima dell’inizio della copertura, rientrando nel periodo di retroattività (che può essere anche illimitata, per la massima tutela dell’assicurato).

E’ una copertura per colpa grave, che, in caso dei dipendenti pubblici, può coprire anche l’eventuale danno erariale. Prevede due tipologie di responsabilità da cui tutelarsi, vale a dire il danno diretto arrecato all’amministrazione pubblica (cioè il pregiudizio economico causato all’ente pubblico, anche senza terzi danneggiati), e il danno che la stessa amministrazione debba risarcire ai privati. https://www.rcpolizza.it/assicurazione-patrimoniale-dipendenti-pubblici

Assicurazione Professionale Psicologi:

L’assicurazione per la Responsabilità Civile Professionale protegge lo Psicologo o il Dottore in Scienze psicologiche da tutte le richieste di risarcimento generate da possibili errori, negligenze od omissioni commessi involontariamente, ed è obbligatoria dal 15 agosto 2014. Inoltre, copre anche i costi delle spese legali o di difesa dell’assicurato, per una cifra non superiore al 25% del massimale selezionato in sede di stipula. Nel dettaglio, la polizza può riguardare sinistri che avvengono nell’ambito di attività con utilizzo di strumenti conoscitivi e di diagnosi, o per riabilitazione o sostegno in organismi sociali e comunità, o ancora relative alla psicoterapia. La condizione è che il contraente abbia conseguito la Laurea in Psicologia, ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica 10/3/82, n.162.

Ne sono soggetti gli Psicologi e i Dottori in Scienze psicologiche iscritti all’Albo professionale e/o abilitati all’esercizio della professione, sia come liberi professionisti, ma anche per attività svolte presso società di professionisti o studi associati. http://194.185.225.196/?page_id=370

Assicurazione Professionale Odontoiatri:

Il mercato assicurativo divide le tariffe per l’Assicurazione RC Professionale per Dentisti / Odontoiatri in 4 tipologie: Odontoiatra che non effettua implantologia, Odontoiatra che effettua implantologia osteointegrata, Odontoiatra che effettua implantologia con tecniche diverse dalla osteointegrazione e Odontoiatra che è anche Direttore Sanitario. Di facile intuizione comprendere che il premio di polizza risulti essere più elevato per le categorie che effettuano l’implantologia. L’obbligo entra in vigore il 15/8/2014, e si rifà al D.L. 69 del 21 giugno 2013.

La polizza RC professionale tutela il dentista odontoiatra dagli errori professionali che generano una richiesta di risarcimento, ed è prestata nella già spiegata forma “Claims Made”.  Anche le spese legali, sostenute in caso di sinistro, vengono corrisposte, fino ad un totale che non superi il 25% del massimale scelto. La polizza è di tipo “All Risk”, e si applica, ad esempio, per errori o negligenze nella riabilitazione protesica, per un’ortodonzia disattesa o una sbagliata diagnosi della patologia. http://www.belardobroker.it/tariffa-polizza-rc-professionale-odontoiatra/

Assicurazione Professionale Fiosterapisti:

L’obbligo di stipulare una polizza di responsabilità civile (dal 15/8/2014) è rivolto ai Fisioterapisti iscritti all’Albo che svolgano l’attività come liberi professionisti, ma anche come dipendenti o collaboratori di strutture o istituti autorizzati a prestare servizi sanitari, pubblici o privati. Il contratto copre eventuali sinistri contro pazienti causati da cure inutili o dannose, mancato recupero delle funzionalità motorie a seguito di interventi fisioterapici e degenerazione di situazioni che avrebbero potuto essere curate in modo diverso.

Anche le spese legali per l’assistenza dell’assicurato vengono rimborsate, per un ammontare sino al 25% del massimale scelto. I soggetti assicurabili sono il fisioterapista che esercita da libero professionista indipendente, nonché quello che lavora come dipendente, consulente o collaboratore di strutture ospedaliere pubbliche o private.  https://aifi.net/assicurazione-professionale/

Assicurazione Professionale Biologi:

Anche per la categoria dei Biologi è obbligatorio sottoscrivere un’assicurazione professionale, pur escludendo dal vincolo i professionisti che, pur essendo regolarmente iscritti all’albo, non esercitano attivamente la specifica professione. La polizza si rivolge al medico biologo che svolge la propria attività come libero professionista, e anche al dipendente del SSN. La professione del biologo comporta diverse specializzazioni, tutte coperte dall’assicurazione RC, così come per esempio, chi si occupa di ambiente, di biologia molecolare, di nutrizione, di igiene e sicurezza.

Le assicurazioni professionali per biologi presenti sul mercato sono tutte in regime di “Claims  Made” e  il massimale per questa tipologia si aggira tra i 250.000,00 e i 2.500.000,00 €. https://www.enpab.it/assistenza/convenzioni/assicurazione-professionale.html

Assicurazione Professionale Ostetriche

La polizza RC professionale per la delicata attività di Ostetrica / Levatrice (operatori sanitari non medici) tutela la professionista sanitaria da eventuali richieste di risarcimento pervenute durante l’esercizio del suo lavoro, sia in un regime di libera professione che di dipendente di struttura sanitaria, privata pubblica, nel qual ultimo caso darà copertura soltanto alla colpa grave poiché l’indennizzo per la responsabilità di colpa lieve sarà a carico dell’ente ospedaliero.

La responsabilità per un’ostetrica in regime di libera professionista è più estesa rispetto a quella dipendente ed è per questo che il premio di polizza, per i liberi professionisti, risulta essere più elevato rispetto a coloro che svolgono l’attività come sanitario dipendente, più o meno intorno ai 430,00 € l’anno, considerando un massimale di € 500mila, senza franchigia. Copre situazioni di gravità causate a terzi quali morte e lesioni personali e distruzione o deterioramento di cose.

Anche questo contratto segue la logica del regime Claims Made, mantenendo validi i concetti di retroattività delle coperture e della denuncia dei fatti durante il periodo di assicurazione. http://www.belardobroker.it/assicurazione-professionale-ostetrica/

Assicurazione Professionale Geologi:

Anche il Geologo, nell’esercizio della sua attività professionale, potrebbe ovviamente compiere errori ed inesattezze gravi, tali da generare un danno al proprio cliente. E perciò anche per questo tecnico, se regolarmente iscritto all’Albo, è obbligatorio, dall’agosto del 2013, stipulare una polizza RC professionale.  Sono coperti dall’assicurazione il singolo professionista ed anche l’associazione professionale, nonché eventuali collaboratori e dipendenti. Oltre alle normali attività che disciplinano l’esercizio della professione di geologo, rientrano nella copertura assicurativa anche le responsabilità legate alla sicurezza, progettazione, direzione dei lavori, consulenza ambientale, certificazione energetica.

I contratti assicurativi per Geologo professionista prevedono una retroattività illimitata, vale a dire che coprono tutte le attività svolte dal soggetto, anche se precedenti alla stipulazione della polizza. http://www.cngeologi.it/2015/06/19/riforma-delle-professioni-adempimenti-obbligo-dei-geologi-di-copertura-assicurativa-professionale/

Assicurazione Professionale Docenti:

Coloro che svolgono la propria attività nell’ambito della scuola, dirigenti o docenti, si scoprono concretamente ogni giorno faccia a faccia con il rischio di ritrovarsi coinvolti in contenziosi di natura soprattutto civilistica, con possibile chiamata in causa per richieste di risarcimento danni, non solo imputabili al proprio comportamento, ma anche da quello degli studenti a loro affidati. Ecco perché la sottoscrizione di un’assicurazione professionale per Docenti è obbligatoria per legge dall’agosto 2014, con l’intento di rassicurare il professionista che, in caso di danni arrecati a studenti o personale non docente, la compagnia risarcirà quanto dovuto.

L’assicurazione assicura al Docente una tutela per le eventuali spesi legali sostenute durante l’eventuale procedimento giudiziario per un tetto del 25% rispetto al massimale prescelto. https://www.orizzontescuola.it/assicurati/

Assicurazione Professionale Tributaristi:

La professione del consulente tributario, pur non prevedendo iscrizioni ad Albi o collegi, rientra nell’obbligo stabilito per legge di stipulare una polizza di responsabilità civile, anche perché imposta dalle associazioni di categoria che, prima di accettarne l’iscrizione, richiedono tra i requisiti la sottoscrizione di un contratto assicurativo di responsabilità professionale. La funzione di tale obbligo è di garantire all’assicurato la copertura di eventuali richieste di risarcimento avanzate da clienti in conseguenza ad errori o omissioni durante l’esercizio dell’attività.

Le attività tutelate sono tutte quelle per le quali il tributarista emette fattura, vale a dire la consulenza fiscale e tributaria, la tenuta di documenti, sanzioni fiscali e multe/ammende, la gestione contabile, la liquidazione di società e l’espletamento di funzioni di carattere pubblico o giudiziario relativi ad incarichi. Tale contratto professionale include tutte le richieste di risarcimento avanzate da terzi, gli infortuni di dipendenti o collaboratori e la tutela legale in sede civile per le spese legali fino al 25% del massimale. http://www.iltributaristalapet.it/LAPET-TRIBUTARISTA_WEB/IT/Page_DettaglioConvenzioneFrotOffice.awp?P1=%7B4ad3199d-1c69-44a0-b36f-d80fea613eb3%7D

Assicurazione Professionale Farmacisti:

Per tutti i farmacisti, dipendenti di struttura pubblica o privata, l’obbligo di dotarsi di assicurazione professionale, come dall’entrata in vigore della legge dal 15/8/2014, è a carico del datore di lavoro per colpa lieve mentre, a livello personale, dovranno essere attivate assicurazioni che tutelino per colpa grave, fermo restando però la possibilità della farmacia stessa di provvedere direttamente anche a tale copertura. La sicurezza del Farmacista sarà sicuramente più tutelata se all’assicurazione per la responsabilità civile sarà aggiunta quella per la tutela legale, poiché l’errore professionale in questa professione può purtroppo essere tanto grave da portare al processo penale.  I motivi possono essere una vertenza di lavoro, controlli da parte di diverse istituzioni (NAS, ATS, Guardia di Finanza) o richieste di risarcimento per cause varie.

La Tutela Legale garantisce assistenza in controversie sia civili che penali, coprendo anche le spese legali fino al massimale concordato al momento della stipula del contratto. http://www.zurich.it/aziende-professionisti/attivita-professionali/farmacisti.htm

Assicurazione Professionale Studio Associato:

Nel caso di Studi Associati di professionisti, la polizza RC è ritenuta valida per tutte le prestazioni professionali eseguite dai soci ma anche dai collaboratori dipendenti e non, a condizione che le attività siano fatturate al cliente direttamente dallo studio associato. In alternativa, se alcuni soci e/o collaboratori dovessero fatturare personalmente con la propria Partita IVA alcuni servizi a clienti, le stesse si potrebbero inserire in copertura, mediante l’indicazione di questi professionisti da definire “assicurati aggiunti”.

Così facendo, anche queste prestazioni sarebbero direttamente tutelate in un’unica polizza, con un massimale che rimarrebbe comunque unico per sinistro e per anno assicurativo, sia per lo studio associato, sia per queste fatturazioni aggiunte. http://www.assicurazioniprofessionisti.it/pagina.php?pag=609&l=La+polizza+di+Responsabilit%26agrave%3B+Civile+Professionale

Assicurazione Professionale Notai:

Anche il Notaio, come gli altri professionisti iscritti all’Albo, ha l’obbligo di stipulare idonea assicurazione RC per i rischi derivanti dall’esercizio della sua attività professionale. Deve informare il proprio cliente, al momento dell’assunzione di un incarico, degli estremi della polizza stipulata per la responsabilità professionale e il relativo massimale. Anche in questo caso, l’assicurazione coprirà le responsabilità in caso di inadempienza, negligenza o imprudenza come, per esempio, lo smarrimento, il danneggiamento o la distruzione di documenti, denaro o titoli ricevuti in custodia dal cliente.

Nell’area giuridica, di fatto l’obbligo di polizza assicurativa era già previsto per i notai anche prima del Decreto 2014, poiché leggi precedenti disponevano che il Consiglio Nazionale del Notariato provvedesse a forme collettive di assicurazione per la responsabilità civile derivante dall’esercizio dell’attività notarile, che fossero uniformi per tutti i professionisti e con oneri a carico del proprio bilancio. https://www.rcpolizza.it/assicurazione-rc-responsabilita-civile-notaio

Assicurazione Professionale Logopedista:

La Logopedia è un ramo medico che si occupa di curare anomalie del linguaggio e delle articolazioni della parola. Il Logopedista, pertanto, è un medico che svolge un’attività professionale e, in quanto tale, può incorrere in danni e sinistri che ne possono mettere in pericolo il patrimonio. E’ per questo motivo che dall’agosto 2013 anche per questi medici specializzati è obbligatoria la sottoscrizione di una polizza RC professionale.  L’assicurazione va stipulata dal professionista sia che svolga l’attività in forma autonoma, sia in forma dipendente, presso strutture del SSN o convenzionate.

Anche queste polizze operano in regime di Claims Made ma al momento della sottoscrizione il logopedista e l’assicurazione possono accordarsi per estendere la retroattività della polizza ed inoltre è possibile aggiungere la garanzia di Tutela Legale pari al 25% del massimale scelto. http://www.assisanita.it/nonmedici/logopedista.html

Assicurazione Professionale Chimici:

Anche per la categoria dei Chimici, per tutte quelle attività per le quali l’assicurato iscritto all’Albo, può emettere fattura viene fatto obbligo di accendere un’assicurazione professionale che assicuri un adeguato risarcimento ai potenziali clienti in quanto il professionista potrebbe essere civilmente responsabile di  danni cagionati a terzi (morte, lesioni personali o deterioramento di beni), danni subiti dalle opere progettate sia direttamente che indirettamente, danni da inquinamento accidentale o provocati da sostanze contaminanti durante l’esecuzione dei lavori.

Alle usuali tutele, per i chimici è possibile aggiungere una copertura per Deeming Clause e il Continuus Cover Clause, vale a dire la possibilità di denunciare cause suscettibili di determinare un risarcimento, nonché di segnalare sinistri sorti prima della stipula del contratto. http://www.chimici.it/cnc2014/index.php?id=151

Assicurazione Professionale Giornalisti:

La categoria dei Giornalisti, pur non essendo obbligata per legge a stipulare una polizza professionale, in ragione della propria attività che sottopone i professionisti a violazioni della privacy e, spesso, a denunce per diffamazione o ingiuria, si ritiene possa farlo con una ratio logica di tutela e salvaguardia. Per questo, pur essendo facoltativa, ne viene consigliata la sottoscrizione poiché detta professione induce il libero professionista ad entrare in contatto con terzi, sottoponendosi continuamente al rischio di danni.

Giornalisti, pubblicisti e free lance possono quindi garantirsi una copertura assicurativa professionale anche se l’Ordine Nazionale dei Giornalisti (ODG) non sia sotto il vincolo di legge, ma abbia comunque stipulato convenzioni per offrire ai propri iscritti una polizza con ampie garanzie di tutela e convenienza. https://assicurazioni.supermoney.eu/news/2013/09/assicurazione-professionale-per-giornalisti-pubblicisti-e-free-lance-la-proposta-dell-odg-0031362.html

Assicurazione Professionale Estetisti:

Riconosciuta come figura professionale con il compito di prendersi cura della bellezza e della cura del nostro corpo, anche per l’estetista (e addirittura per la parrucchiera) è ormai obbligatorio sottoscrivere una polizza RC professionale atta a garantirla per eventuali controversie avanzate da soggetti terzi legittimati a fronte di eventuali errori o danni provocati nell’esercizio del suo lavoro. Tale assicurazione garantisce la certezza di non vedere il proprio patrimonio diminuire per far fronte a richieste di risarcimento da parte di pazienti.

Danni o lesioni provocati a terzi durante l’esercizio dell’attività professionale saranno pagati dalla compagnia assicurativa nel limite del massimale, e tenuto conto dell’eventuale franchigia ed inoltre al professionista viene assicurata una copertura dalle eventuali spesi legali sostenute durante il procedimento giudiziario per un tetto del 25% rispetto al massimale scelto in fase di stipula. https://www.polizzamigliore.it/polizze-professionali/artigiani/assicurazione-estetista-online.aspx

Assicurazione Professionale Giovani Medici:

E‘ prevista una versione di assicurazione professionale per medici iscritti all’albo da non più di tre anni particolarmente vantaggiosa, che prevede la Responsabilità Civile con un massimale di € 2.000.000, una retroattività illimitata e con tutela legale senza limite di massimale, per un premio annuo di € 250. Tale polizza comprende sia le attività in convenzione con l’SSN (guardie mediche, sostituzioni medici di base, ecc) sia quelle da libero professionista. http://www.rcmedici.eu/giovani-medici/

Assicurazione Professionale Fotografi:

Il fotografo è uno dei mestieri, nell’ambito delle libere professioni, tra i più complessi e rischiosi. Pensiamo ad esempio ad un servizio per un matrimonio, forse uno fra gli incarichi più difficili, dove gli eventi non sono ripetibili e dove la folla può disturbare, se non addirittura rovinare, tutto o parte del lavoro. Ecco perché, quindi, la polizza di responsabilità civile può tutelare per tutti quei problemi che possono accadere durante l’attività professionale.

L’assicurazione professionale per Fotografo, dal 13/8/2013 è diventata obbligatoria per tutti i professionisti iscritti all’albo. Devono pertanto stipulare una polizza che copra gli eventuali danni causati dal loro lavoro nei confronti di terzi, considerando che un errore può causare sia danni patrimoniali che personali, e, se il fotografo lavora per conto della P.A., potrebbe addirittura provocare un danno erariale. https://www.quale.it/preventivo/assicurazioni/professionale/fotografo/31

Assicurazione Professionale Periti Industriali:

Con il D.P.R. 137/2012 è stato introdotto anche per i Periti Industriali iscritti all’Albo l’obbligo di stipulare un’assicurazione per la copertura della Responsabilità Civile Professionale, al fine di fornire al professionista una tutela contro le richieste di risarcimento danni che possono nascere da errore o negligenza commessa sul lavoro. La polizza assicura pure i costi di difesa e spesa legale, ed è prevista una copertura anche per i collaboratori, i soci e i dipendenti.

L’assicurazione non garantisce il risarcimento per attività commesse da un contraente non iscritto all’ordine dei periti o non autorizzato ad esercitare gli atti illeciti o dolosi o di cui era o poteva ragionevolmente essere a conoscenza, né obblighi di natura fiscale, neppure attività in cui il perito agisce come appaltatore, o costruzione di opere ad altro rischio e danni conseguenziali. https://www.rcpolizza.it/assicurazione-responsabilita-civile-rc-perito-industriale

Assicurazione Professionale Veterinari:

Anche nei confronti dei Veterinari iscritti all’Albo, dall’agosto 2014, è ormai obbligatorio sottoscrivere una polizza RC professionale, capace di tutelare sia i clienti, che il professionista stesso, garantendo a quest’ultimo la possibilità di esercitare la propria attività al riparo da eventuali aggressioni patrimoniali avanzate a titolo di risarcimento danni. In particolare, l’assicurazione copre tutte le attività esercitate dal medico veterinario secondo quanto previsto dalla sua professione, come visite e/o interventi chirurgici presso il proprio studio, o domiciliari, impiego di apparecchi a scopi diagnostici, attività di analisi e refertazione e di libero docente e titolare di cattedra universitaria;

Ovviamente l’ammontare della polizza va valutato sulla base degli effettivi rischi che la professione comporta, e per questo sarà importante stabilire un massimale equo, in base all’effettiva quantità di lavoro svolto. https://www.fnovi.it/convenzioni/assicurazione-rc-professionale

Assicurazione RC Professionale Edili:

L’attività di Perito Edile rientra nella categoria dei professionisti tecnici e pertanto assume anche un obbligo di risultato nei confronti del cliente: ecco perché è estremamente consigliabile stipulare una polizza sulla Responsabilità Civile Professionale, atta a tutelare il contraente da eventuali richieste di risarcimento da parte di terzi. Tale assicurazione copre i danni che possono essere arrecati dal perito edile nello svolgimento della sua attività, come la progettazione, la direzione dei lavori, la sicurezza, e l’interpretazione dei vincoli urbanistici, tutte attività per le quali il perito può emettere fattura.

Sono diverse le offerte sul mercato per la polizza RC Perito Edile, da quella base per il singolo professionista sino alla soluzione completa per la tutela anche di uno studio associato. https://www.rcpolizza.it/assicurazione-rc-responsabilita-civile-perito-edile

Assicurazione RC Professionale Ortopedici:

L’ Assicurazione RC Professionale Ortopedico è anch’essa obbligatoria dall’Agosto 2013, da quando è stata introdotta per imporre la sottoscrizione di una polizza di Responsabilità Civile per tutte le categorie di professionisti, in questo caso dell’area medica. Nel nostro Paese il numero delle cause di risarcimento per responsabilità civile medica è in aumento e, tra le categorie più a repentaglio ci sono proprio gli ortopedici, per i quali questa polizza risulta idonea, in virtù dell’alto rischio e del notevole numero di vertenze. Comprende le richieste di risarcimento avanzate da Clienti per la prima volta e la Tutela Legale in sede civile fino a un massimo del 25% del massimale.

L’ortopedico è tutelato anche da eventuali azioni di rivalsa avanzate dalla struttura a cui presta la propria opera qualora sia ritenuto personalmente responsabile di danni arrecati a terzi, ed inoltre comprende anche quelli derivanti da interventi di primo soccorso per motivi deontologici. Può essere richiesta dal dipendente del SSN, medico convenzionato col SSN (es. medico di base), libero professionista, e medico di struttura sanitaria privata. http://www.assicurazionirc.it/assicurazione-professionale-ortopedico.html

Potrebbero interessarti anche questi altri articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.