Vacanze Italiane con Europ Assistance

L’estate è alle porte e si comincia a parlare di vacanze in modo pressante su tutti i media. Per meglio riuscire a produrre delle coperture assicurative in linea con le esigenze degli utenti, una ricerca sul tema non può che rivelarsi fonte di informazioni preziose.

Come saranno, dunque, le ferie degli italiani quest’anno? Ipsos ed Europ Assistance, insieme, hanno analizzato i dati relativi a questo importante settore per l’economia del Paese riunendo tutte le informazioni raccolte nell’11° Barometro Vacanze.

Il Barometro Vacanze Ipsos ed Europ Assistance racconta le preoccupazioni e i desideri degli italiani e degli europei nel momento in cui si organizzano le ferie, indagando quella che è la propensione all’acquisto e le preferenze espresse dai consumatori di Italia, Germania, Regno Unito, Spagna, Francia, Belgio e Austria.

Oltre la metà, il 66%, ha dichiarato di voler partire durante l’estate che sta per arrivare, con un incremento a sorpresa di 2 punti percentuali rispetto all’anno scorso.

Si tratta, in effetti, della stessa percentuale registrata prima della crisi economica che ha messo un freno ai viaggi degli europei.

Ma quali sono le destinazioni? In generale, ad essere sempre al primo posto è l’Europa, che risulta essere la meta preferita da 8 viaggiatori su 10 mentre anche il turismo nazionale risulta essere gradito al campione intervistato, convogliando l’attenzione del 47%.

Ad essere maggiore, tale percentuale, è solo nei Paesi mediterranei, in cui il clima non può che aiutare a trascorrere un’estate soleggiata e al caldo.

Interessante sottolineare, tuttavia, che a dispetto dei luoghi comuni, sono proprio gli italiani coloro che sarebbero più favorevoli di altri a trascorrere comunque una parte del soggiorno lontano dalla propria nazione.

Aumenta anche il costo che si è disposti a sostenere per le ferie, soprattutto rispetto all’anno appena trascorso. In Italia, pensiamo di poter spendere +112 euro; in Belgio +208 e in Germania +287, attestandosi – la spesa media per famiglia – poco sopra i duemila euro.

Ciò che sembra essere definitivamente cambiato, nelle abitudini di vacanza degli italiani, è il tempo trascorso in ferie. La maggior parte degli intervistati, infatti, partirà per una sola settimana, mentre i fatidici 15 giorni di villeggiatura restano un sogno per i più.

La priorità quando si va in vacanza? Non dovrebbe sorprenderci: tutti, infatti, hanno indicato il riposo e la tranquillità. E il trend sembra essere sempre in aumento, almeno nell’ultimo paio d’anni. La voglia di scoprire posti nuovi sembra stuzzicare soltanto il 38% del campione intervistato: anche in questo caso, ad essere primi in classifica sono gli italiani che, rispetto ai cugini europei, preferiscono recarsi in posti nuovi, sebbene per quest’anno abbiano mostrato, comunque, di voler invertire il trend.

Internet è saldamenti in testa alla classifica degli strumenti utilizzati per organizzare le vacanze; ma lo stesso non si può dire delle coperture assicurative. Il dato più evidente è il gap che continua ed esistere su rischio percepito ed utilità del prodotto assicurativo. Sembra che, a torto, i vacanzieri non si preoccupino troppo degli imprevisti, sottodimensionando le proprie necessità assicurative. Le polizze acquistate più di frequente restano quelle che riguardano il veicolo o quella sanitaria, soprattutto per ciò che riguarda i familiari rimasti in città.

Potrebbero interessarti anche questi altri articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.