Willis Italian Network lancia le nuove “Convenzioni Art”

A voler entrare nel mondo dell’arte è, stavolta, Willis Italian Network (WIN), il noto network di broker che è stato appositamente creato da Willis in modo da poter proporre della soluzioni assicurative di grande innovazione centrate sui bisogni delle piccole e medie imprese e, adesso, anche su quelli degli operatori nel campo artistico.
Le novità, nel settore, si chiamano Convenzioni Art e sono cinque prodotti diversi che verranno intermediati attraverso altre compagnie assicurative, rendendole adatte ai clienti sia pubblici sia privati che desiderano mettere sotto protezione i propri manufatti artistici, non importa di quale genere o di quale valore.
Grazie allo sforzo di tutto il network Win, le nuove polizze assicurative potranno essere distribuite e customerizzate con grande attenzione.
Le soluzioni prevedono: una polizza assicurativa di recente concezione “All Risks” con la quale si possono assicurare gli oggetti in proprio possesso che abbiano anche un elevato valore artistico; una polizza assicurativa rivolta principalmente nei confronti di coloro i quali hanno il desiderio di tutelare le piccole collezioni private, formate tendenzialmente da pochi pezzi; un’assicurazione esplicitamente pensata per i Musei Pubblici e per quelli privati, per le Fondazioni e per le collezioni che vengono visitate da parte di appassionati; un prodotto assicurativo per le mostre d’arte non di ampie dimensioni; una speciale convenzione incentrata sulla tutela degli strumenti musicali di particolare importanza oltre che valore. Ricordiamo che i prodotti della serie possono essere utilizzati per assicurare una svariata tipologia di oggetti, quali quadri, disegni, dipinti, stampe, libri antichi e di pregio, sculture, statue, mobili antichi, pezzi di argenteria, arazzi, tappeti, ceramiche, vetri, porcellane, oggetti fragili e meccanici ma di chiara natura artistica.
La polizza assicurativa che si sottoscrive fa sì che vengono ad essere coperti tutti i danni (e anche l’eventuale perdita) causati ai beni a causa di eventi quali furto, incendio, rottura accidentale, terrorismo, atti vandalici, alluvioni, terremoto, eventi atmosferici di varia natura, catastrofi.
Le collezioni private ma di piccole dimensioni possono essere assicurate dai broker del network Win grazie ad una specifica polizza che è ideale nel caso in cui si desideri assommare all’assicurazione generica stipulata per la propria casa anche quella di tutela per gli oggetti e i beni d’arte, in modo semplice ma completo.

Naturalmente, diverse sono le esigenze dei musei o delle grandi collezioni d’arte. In questo caso, si prevede una polizza altamente specifica che, d’altra parte, può essere intesa un po’ come il cuore dell’attività stessa del broker assicurativo e, dunque, particolarmente ben costruita.

La polizza assicurativa, va sottolineato, può essere usata anche da parte di chi dovesse ricevere in comodato d’uso i beni, pur non essendone proprietario, magari per allestire una mostra collettiva e aperta al pubblico.
In questo caso, si potranno inserire una serie di opzioni aggiuntive e di servizi accessori, grazie ai quali ci si potrà avvalere, ad esempio, di storici dell’arte esperti per effettuare una stima delle opere o a dei restauratori convenzionati per il mantenimento delle stesse.
Una garanzia per i clienti che possono contare su un network completo e preparato, in grado di accogliere qualunque tipo di esigenza e di necessità.

Potrebbero interessarti anche questi altri articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.